Delegazione di pagamento

Cos'è la Delegazione di pagamento?

La Delegazione di Pagamento è un tipo di prestito personale per i dipendenti di aziende private, e un prestito per i dipendenti statali o pubblici, dove si è autorizzati a pagare il debito con detrazioni mensili dal proprio stipendio. Questo tipo di finanziamento è registrato attraverso un accordo tra il datore di lavoro e il prestatore.
Si può accedere alla “delegazione di pagamento” anche se il dipendente ha già in vigore un altro prestito coperto dal suo stipendio, in questi casi si può arrivare a trattenere fino a 2/5 del suo stipendio in modo eccezionale, quindi non raggiungendo il 40% dello stipendio del dipendente. Questo è il motivo per cui questo tipo di prestito può essere indicato come un “doppia cessione del quinto”.
Nei prestiti delegati, il dipendente richiedente indica al suo datore di lavoro di detrarre la rata mensile da pagare al creditore. Non è necessario fornire una ragione per il prestito o un giustificativo della somma. Il datore di lavoro, tuttavia, non è obbligato ad accettare il mandato di pagamento, come nel caso della cessione del quinto dello stipendio, poiché la delega è un atto discrezionale, non un atto dovuto. .

La Caratteristica della Delegazione di pagamento:

La delegazione di pagamento può avere una durata che va da 12 mesi a 120 mesi, finché non supera la data di scadenza del contratto del dipendente.
Le rate mensili e fisse non possono superare 1/5 dello stipendio mensile al netto delle detrazioni fiscali e della previdenza sociale. Nel caso in cui coesista con una “cessione del quinto dello stipendio”, l’importo della trattenuta non può superare il 40% dello stipendio, salvo casi speciali che siano autorizzati dalle entità amministrative corrispondenti.
Come nella quinta sessione stipendiata, in questo tipo di prestito, l’assicurazione sulla vita e l’assicurazione di rischio sono obbligatorie anche in caso di perdita del lavoro.
Il rinnovo di una delega di pagamento è possibile solo se si dimostra che l’estinzione del prestito preesistente, dove sarà effettuata una nuova gestione.

In poche parole cos'è la Delegazione di pagamento

La delega di pagamento è un prestito che, come la quinta Cessione dello stipendio, è vincolato a non più di 1/5 del salario, essendo un accordo tra il datore di lavoro e il prestatore. Il richiedente dispone di un’attività legale regolata e protetta dai regolamenti e dalle leggi in vigore. Le rate mensili e fisse sono trattenute dal datore di lavoro, e non possono superare il 40% nel caso in cui abbia già attivo un “quinto stipendio”, essendo chiamato per questo motivo “doppio quinto stipendio”.

Tu chiedi,

risponde ...

Si tratta di un prestito destinato ai lavoratori dipendenti con la modalità di rimborso tramite trattenute mensili dello stipendio, che non può superare 1/5 dello stipendio, che può essere richiesto, anche se si ha già una cessione del quinto stipendio.
Tutti i dipendenti dello Stato, la maggior parte dei dipendenti pubblici e i dipendenti privati con contratto a tempo indeterminato.
Sì, può accedere alla delegazione di pagamento, anche se è segnato come “Cattivo pagatore”, o anche se ha altri impegni finanziari. Se ha già una “cessione del quinto”, può anche accedere, ed è per questo che questo tipo di prestito è nominato come “doppia cessione del quinto”.
La delegazione di pagamento, è un prestito che viene pagato trattenendo una parte dello stipendio del richiedente, questo non può essere più del 20% del suo stipendio, o un quinto del suo stipendio, ma nel caso di avere già una Cessione del quinto in vigore, si aggiunge alla trattenuta, potendo arrivare tra i due prestiti ad una somma di 2/5 dello stipendio, o il 40% dello stipendio del richiedente.
Il richiedente paga solo uno dei prestiti, dando la possibilità di acquisire un altro prestito di delega di pagamento, in una nuova operazione.
Prima di tutto, dipende se il datore di lavoro lo approva, dato che non è un obbligo come nella sezione del quinto stipendio, in questo caso se il datore di lavoro ritiene che non deve concederle il credito perché vuole evitare che il lavoratore si indebiti, o per qualsiasi altro motivo, può farlo.
Grazie alla firma digitale, il contratto di delegazione di pagamento può essere firmato completamente online.
Mentre si cerca un nuovo lavoro, si attiva la copertura assicurativa per proteggere il rischio del prestito, poi con il nuovo datore di lavoro si fa una notifica e un ricalcolo in modo che sia stabilito nel contratto.
Sì, la delegazione di pagamento può essere cancellata in qualsiasi momento, può anche essere rinnovata, purché il prestito precedente sia stato pagato.
Il nuovo datore di lavoro viene avvisato e viene fatto un nuovo calcolo del piano di rimborso delle rate rimanenti.
La differenza è nel metodo di pagamento. Nel caso della delegazione, il prestito è sostenuto dal reddito del mutuatario, che può essere dedotto dal suo stipendio. Mentre il prestito personale può essere rimborsato secondo il metodo scelto dal mutuatario. Un’altra differenza è che il prestito personale è un accordo acquisito tra il richiedente e l’istituto finanziario, mentre nella delega di pagamento l’accordo è tra il datore di lavoro e il finanziatore.
Dall’inizio del finanziamento la rata viene detratta direttamente dalla vostra busta paga.
In Prestifacile, richiedere il prestito è semplice e veloce, basta parlare con un consulente, contattarci attraverso il seguente link, o inviare una mail al seguente indirizzo, poi Prestifacile si occuperà di tutto.

Le rate sono pagate automaticamente dalla busta paga, il richiedente non deve pensare a nulla, poiché il suo datore di lavoro sarà incaricato di pagare il prestito.

Il garante che è necessario è solo quello che vi dà la vostra azienda. Basta avere un contratto indeterminato e che il tuo datore di lavoro lo approvi.
Sì, Prestifacile rende l’intero processo completamente online, oltre ad essere gratuito. Può fare il preventivo sotto questo link o completando i suoi dati nel seguente modulo: modulo.
In caso di morte del titolare della delegazione di pagamento, si attiva l’assicurazione sulla vita che è stata firmata all’acquisizione del prestito
Per richiedere la delega di pagamento, l’azienda in cui lavora deve superare i 16 dipendenti, oppure appartenere alle categorie delle S.r.l., S.p.A., S.c.a.r.l., fondazioni, cooperative Onlus (di almeno 200 dipendenti).
La durata massima che può essere fatta un prestito di cessione del quinto è di dieci anni.
Per richiedere la Delegazione di Pagamento un dipendente deve avere la residenza italiana, un contratto a tempo indeterminato, un’età compresa tra i 18 e i 63 anni e che l’azienda assicuri che sia un dipendente.
Qualsiasi progetto che vuole realizzare può essere finanziato con la delegazione di pagamento, non è necessario presentare alcuna motivazione perché Prestifacile ti conceda la delegazione di pagamento.
Le rate sono fisse, costanti, e sono protette da un’assicurazione, inoltre il pagamento è automatico dalla busta paga, la rata viene detratta direttamente dalla busta paga. Evitando così la possibilità di dimenticanze o ritardi.
La prima differenza tra la delegazione di pagamento e la cessione del quinto dello stipendio, è che la delegazione di pagamento può essere sommata alla cessione del quinto dello stipendio, determinando una doppia sezione del quinto stipendio, poiché vengono trattenuti 2/5 dello stipendio del richiedente.
Un’altra differenza è nell’approvazione del prestito da parte del datore di lavoro, che in caso di delega di quinto stipendio è obbligato ad accettarlo, mentre in caso di delega di pagamento il datore di lavoro può rifiutarsi di accettarlo.

Tu chiedi,
prestifacile risponde ...

Si tratta di un prestito destinato ai lavoratori dipendenti con la modalità di rimborso tramite trattenute mensili dello stipendio, che non può superare 1/5 dello stipendio, che può essere richiesto, anche se si ha già una cessione del quinto stipendio.
Tutti i dipendenti dello Stato, la maggior parte dei dipendenti pubblici e i dipendenti privati con contratto a tempo indeterminato.
Sì, può accedere alla delegazione di pagamento, anche se è segnato come “Cattivo pagatore”, o anche se ha altri impegni finanziari. Se ha già una “cessione del quinto”, può anche accedere, ed è per questo che questo tipo di prestito è nominato come “doppia cessione del quinto”.
La delegazione di pagamento, è un prestito che viene pagato trattenendo una parte dello stipendio del richiedente, questo non può essere più del 20% del suo stipendio, o un quinto del suo stipendio, ma nel caso di avere già una Cessione del quinto in vigore, si aggiunge alla trattenuta, potendo arrivare tra i due prestiti ad una somma di 2/5 dello stipendio, o il 40% dello stipendio del richiedente.
Il richiedente paga solo uno dei prestiti, dando la possibilità di acquisire un altro prestito di delega di pagamento, in una nuova operazione.
Prima di tutto, dipende se il datore di lavoro lo approva, dato che non è un obbligo come nella sezione del quinto stipendio, in questo caso se il datore di lavoro ritiene che non deve concederle il credito perché vuole evitare che il lavoratore si indebiti, o per qualsiasi altro motivo, può farlo.
Grazie alla firma digitale, il contratto di delegazione di pagamento può essere firmato completamente online.
Mentre si cerca un nuovo lavoro, si attiva la copertura assicurativa per proteggere il rischio del prestito, poi con il nuovo datore di lavoro si fa una notifica e un ricalcolo in modo che sia stabilito nel contratto.
Sì, la delegazione di pagamento può essere cancellata in qualsiasi momento, può anche essere rinnovata, purché il prestito precedente sia stato pagato.
Il nuovo datore di lavoro viene avvisato e viene fatto un nuovo calcolo del piano di rimborso delle rate rimanenti.
La differenza è nel metodo di pagamento. Nel caso della delegazione, il prestito è sostenuto dal reddito del mutuatario, che può essere dedotto dal suo stipendio. Mentre il prestito personale può essere rimborsato secondo il metodo scelto dal mutuatario. Un’altra differenza è che il prestito personale è un accordo acquisito tra il richiedente e l’istituto finanziario, mentre nella delega di pagamento l’accordo è tra il datore di lavoro e il finanziatore.
Dall’inizio del finanziamento la rata viene detratta direttamente dalla vostra busta paga.
In Prestifacile, richiedere il prestito è semplice e veloce, basta parlare con un consulente, contattarci attraverso il seguente link, o inviare una mail al seguente indirizzo, poi Prestifacile si occuperà di tutto.

Le rate sono pagate automaticamente dalla busta paga, il richiedente non deve pensare a nulla, poiché il suo datore di lavoro sarà incaricato di pagare il prestito.

Il garante che è necessario è solo quello che vi dà la vostra azienda. Basta avere un contratto indeterminato e che il tuo datore di lavoro lo approvi.
Sì, Prestifacile rende l’intero processo completamente online, oltre ad essere gratuito. Può fare il preventivo sotto questo link o completando i suoi dati nel seguente modulo: modulo.
In caso di morte del titolare della delegazione di pagamento, si attiva l’assicurazione sulla vita che è stata firmata all’acquisizione del prestito
Per richiedere la delega di pagamento, l’azienda in cui lavora deve superare i 16 dipendenti, oppure appartenere alle categorie delle S.r.l., S.p.A., S.c.a.r.l., fondazioni, cooperative Onlus (di almeno 200 dipendenti).
La durata massima che può essere fatta un prestito di cessione del quinto è di dieci anni.
Per richiedere la Delegazione di Pagamento un dipendente deve avere la residenza italiana, un contratto a tempo indeterminato, un’età compresa tra i 18 e i 63 anni e che l’azienda assicuri che sia un dipendente.
Qualsiasi progetto che vuole realizzare può essere finanziato con la delegazione di pagamento, non è necessario presentare alcuna motivazione perché Prestifacile ti conceda la delegazione di pagamento.
Le rate sono fisse, costanti, e sono protette da un’assicurazione, inoltre il pagamento è automatico dalla busta paga, la rata viene detratta direttamente dalla busta paga. Evitando così la possibilità di dimenticanze o ritardi.
La prima differenza tra la delegazione di pagamento e la cessione del quinto dello stipendio, è che la delegazione di pagamento può essere sommata alla cessione del quinto dello stipendio, determinando una doppia sezione del quinto stipendio, poiché vengono trattenuti 2/5 dello stipendio del richiedente.
Un’altra differenza è nell’approvazione del prestito da parte del datore di lavoro, che in caso di delega di quinto stipendio è obbligato ad accettarlo, mentre in caso di delega di pagamento il datore di lavoro può rifiutarsi di accettarlo.
PRESTIFACILE è un marchio commerciale utilizzato da AESSEFIN srl Agente in Attività Finanziaria iscritta al numero A12056 dell’elenco tenuto dall’OAM ed operante su mandato di COFIDIS S.p.A. Capitale Sociale Euro 70.424.734,00 i.v. Iscritta all’Albo Intermediari Finanziari ex 106 TUB al nr. 87. Intermediario assicurativo iscritto alla Sez. D del registro degli Intermediari Assicurativi (RUI) al n. D000203062 Società soggetta a direzione e coordinamento di Banque Fédérative du Crédit Mutuel S.A. – Soggetta alla vigilanza di Banca d’Italia, con sede in 00184 Roma, Via Nazionale n. 91. L’attività è proporre e concludere con la clientela i finanziamenti. I relativi contratti si perfezionano solo con la successiva approvazione di COFIDIS Spa che eroga il finanziamento, al quale resta riservata la valutazione del merito delle operazioni e la loro successiva approvazione.

PRESTIFACILE

PRESTIFACILE è un marchio commerciale utilizzato da AESSEFIN srl Agente in Attività Finanziaria iscritta al numero A12056 dell’elenco tenuto dall’OAM ed operante su mandato di COFIDIS S.p.A. Capitale Sociale Euro 70.424.734,00 i.v. Iscritta all’Albo Intermediari Finanziari ex 106 TUB al nr. 87. Intermediario assicurativo iscritto alla Sez. D del registro degli Intermediari Assicurativi (RUI) al n. D000203062 Società soggetta a direzione e coordinamento di Banque Fédérative du Crédit Mutuel S.A. – Soggetta alla vigilanza di Banca d’Italia, con sede in 00184 Roma, Via Nazionale n. 91. L’attività è proporre e concludere con la clientela i finanziamenti. I relativi contratti si perfezionano solo con la successiva approvazione di COFIDIS Spa che eroga il finanziamento, al quale resta riservata la valutazione del merito delle operazioni e la loro successiva approvazione.

PRESTIFACILE

AESSEFIN srl; Partita IVA: 02418400590
Sede Operativa: Via Cernaia 9 – 20121 Milano (MI)
Email: info@prestifacile.net | Telefono: 0280887687
Copyright © 2020 - 2021